GRAZIE RAGAZZI !

Screenshot_2019-04-13-23-10-2013/04/2019 – Finisce con un grande abbraccio tra tifosi, dirigenti, tecnici e calciatori la finale di Coppa Calabria che ha visto il Ravagnese cedere al PraiaTortora al termine di 123′ che rimarranno comunque nella storia dei colori biancazzurri. Al 123′, infatti, si infrangono sul palo i sogni di un eroico Ravagnese che, in inferiorità numerica per 80′, ha gettato in campo ogni energia per mettere la ciliegina sulla torta di una stagione straordinaria. Per descrivere una giornata in cui la fortuna ha decisamente voltato le spalle ai biancazzurri, partiamo dalla fine: Demetrio Putortì si incarica di battere un calcio di rigore assegnato allo scadere dei 3′ di recupero del secondo tempo supplementare; l’attaccante biancazzurro ha tra i piedi la palla del 2-2 che avrebbe condotto le due squadre alla lotteria dei calci di rigore ma il suo tiro termina la corsa contro il palo alla destra del portiere Marino distesosi sul lato opposto. Al 111′ minuto era arrivato il gol del 2-1 del PraiaTortora realizzato da Papa con un incredibile colpo di tacco su azione da calcio d’angolo. Tutto questo nel corso del secondo tempo supplementare dopo che, al 90′, la gara si era chiusa sull’1-1 nonostante i biancazzurri avessero giocato per più di un tempo in inferiorità numerica: con l’uomo in meno dal 40′ per l’espulsione di De Stefano, il Ravagnese trovava, comunque, il vantaggio al 50′ del primo tempo con Luca Vigoroso abilissimo a deviare in rete uno splendido calcio piazzato di Ciccio Minniti (1990); nella ripresa, al 59′, arrivava il pareggio del PraiaTortora con un calcio di punizione dal limite realizzato da Petrone e assegnato in maniera quantomeno dubbia dall’arbitro Graziano di Rossano che, in giornata decisamente negativa, al 76′ lasciava i biancazzurri addirittura in 9 espellendo anche capitan Bianchi per doppia ammonizione; dopo l’espulsione di Gentile del PraiaTortora all’87’, si chiudevano i tempi regolamentari e si apriva lo sfortunato over-time che abbiamo raccontato. Finisce così il sogno del Ravagnese di bissare lo storico successo in campionato della settimana scorsa, ma nel cuore e nella mente di tutti rimarrà indelebile l’immagine di una squadra che ha dato tutto quello che aveva in corpo per mettere la ciliegina sulla torta di una stagione esaltante, di un gruppo di impagabili ragazzi che, assieme a tifosi, dirigenti e tecnici, hanno sperato, gioito, sofferto e pianto. Per ogni emozione, GRAZIE RAGAZZI !

Ecco il tabellino dell’incontro:

PraiaTortora: Marino, Oliva (dal 48′ Scoppetta, dal 117′ Maisto), Magnone, Orsino, Papa, Argirò (dal 67′ Novello), Stamato (dall’82’ Matellicani), Gentile, Ramunno, Petrone, Gabriele (dal 102′ Sisca). A disp.: Maceri, Bevilacqua,Campagna, Rea. All. Mantuano.

Ravagnese: Comandè, Minniti (1998, dal 111′ Polito), Fava, Facciolo, Cuzzola, Bianchi, Falduto (dal 48′ Attinà), De Stefano, Ventura (dal 71′ Putortì), Minniti (1990, dal 117′ Manti), Vigoroso (dall’82’ Pellicanò). A disp.: Sgrò, Latella A., Latella P., Paviglianiti. All. Preferito.

Marcatori: Vigoroso al 50′ p.t. – Petrone al 59′ – Papa al 111′

Arbitro: sig. Graziano della sezione di Rossano