Pro Pellaro-Ravagnese 3-2 Ravagnese campione d’inverno

Screenshot_2018-12-18-11-37-26-116/12/2018 – Il Ravagnese del duo Preferito-Aquilino si conferma campione d’inverno solitario con un turno d’anticipo nonostante la rocambolesca sconfitta subita a Bocale. La prima occasione dell’incontro, al 15′, è per i padroni di casa con una punizione dal limite di Cangeri sulla quale Comandè si fa trovare pronto distendendosi sulla sua destra; risponde il Ravagnese al 23′ quando, sugli sviluppi di un corner, Pangallo impegna il portiere di casa; al 30′ contropiede dei bianconeri con Cangeri che, dalla destra, serve l’accorrente Diakitè che sciupa malamente; al 39′ su cross di Fava dalla sinistra è Vigoroso a liberarsi in area dell’avversario ma il portiere blocca il tiro dell’attaccante biancazzurro; sul ribaltamento di fronte, al 40′ la Pro Pellaro trova il vantaggio con Chilà che, con il difensore ospite Cuzzola a terra per un colpo alla testa, appoggia in rete una palla servita da Diakitè; al 43′ clamoroso calcio di rigore negato al Ravagnese con Pangallo falciato nettamente in area da Diakitè. Nella ripresa, già dopo 30″ il Ravagnese sfiora il pari con Attinà che, ben servito da Falduto, calcia al volo di destro ma il tiro termina a lato; il Ravagnese continua ad attaccare alla ricerca del pareggio che arriva al 73′ con Pangallo che trasforma un calcio di rigore concesso per una trattenuta di Mallimaci ai danni del neoentrato Ventura; poco dopo, però, due amnesie biancazzurre portano la Pro Pellaro sul doppio vantaggio nel giro di 2′: all’80’ S. Polito insacca una palla proveniente dalla destra e deviata sulla linea di porta dalla difesa ospite; all’82’ un retropassaggio serve inavvertitamente Cangeri che mette al centro la palla del 3-1 di Praticò; all’87’ il Ravagnese accorcia le distanze con una mervigliosa punizione di Pangallo che, da oltre 30 metri, infila il sette alla sinistra di Leonardi con un tiro di rara precisione e bellezza. Il forcing finale non basta per riequilibrare le sorti dell’incontro e, per la capolista Ravagnese, arriva la seconda sconfitta consecutiva in trasferta che non pregiudica, comunque, il titolo di campione d’inverno solitario meritatamente conquistato con un turno d’anticipo (clicca qui per risultati, classifica e prossimo turno).

Questo il tabellino della gara:

Pro Pellaro: Leonardi, Mallimaci, Dieni, Modafferi (dal 78′ Ciccone), Mallamo (dal 95′ Gogidze), Polito S., Iannone (dal 58′ Praticò), Bossi, Diakitè (dal 78′ Badjie), Cangeri, Chilà (dal 91′ Ripepi). A disp.: De Stefano, Attinà B., Scilipoti. All. Greco.

Ravagnese: Comandè, Sartiano (dal 46′ Ventura), Fava, Facciolo (dall’80’ Polito D.), Cuzzola (dal 61′ Pellicanò), Bianchi, Falduto, Gullì (dal 65′ Minniti 1990), Attinà G. (dal 74′ Minniti 1998), Pangallo, Vigoroso. A disp.: Sgrò, Autunno, Latella, Manti. All. Preferito.

Marcatori: Chilà al 40′ – Pangallo (rig.) al 73′ – Polito S. all’80’ – Praticò all’82’ – Pangallo all’87’

Arbitro: sig. Torcia della sezione di Catanzaro